Risorse

Risorse

Lavoriamo ogni giorno per ottimizzare le risorse che l'ambiente ci offre. Investiamo in progetti che permettano ai nostri stabilimenti di ridurre l'impatto sul territorio. Perché le risorse non sono inesauribili e bisogna proteggerle.

L'acqua

Abbiamo analizzato l'attuale impatto energetico delle nostre sedi produttive, per individuare le attività che ci permettono di ottimizzare le risorse energetiche.

L'acqua è per noi il bene più prezioso

L'acqua è la risorsa naturale più importante per il settore caseario. Il suo forte consumo è necessario per garantire ligiene dei prodotti e degli ambienti di lavorazione.

Per mantenere gli alti standard qualitativi e rispondere alle norme igienico-sanitarie non è possibile ridurne il consumo mediante il riciclo, che comporterebbe rischi di contaminazione e che è permesso solo a scopo industriale, ad esempio per i processi di raffreddamento.

L’acqua è fondamentale per la nostra produzione, e in tutti i nostri stabilimenti cerchiamo di non sprecarla, adottando tecnologie e accorgimenti appropriati.

Sinergie produttive

Abbiamo attivato sinergie produttive che ci consentono di ottimizzare l'utilizzo dell'acqua:

  • recupero delle condense del vapore acqueo usato per la caseificazione,
  • preriscaldamento delle acque di alimentazione del circuito vapore con condense recuperate,
  • installazione di torri di raffreddamento al posto di impianti ad acqua di pozzo,
  • recupero delle acque di risciacquo della quarta fase del CIP e loro utilizzo nella prima fase del ciclo successivo,
  • impiego di idropulitrici a pressione,
  • applicazione di comandi a pistola agli ugelli dell'acqua.

Negli anni, questi accorgimenti hanno permesso di ridurre il consumo di acqua per unità di prodotto:

-31% di prelievo acqua*

+54% di produzione di formaggio*

* (Dati rapporto produzione/consumo acqua 2004-2015)

L'energia

Abbiamo analizzato l'attuale impatto energetico delle nostre sedi produttive, per individuare le attività che ci permettono di ottimizzare le risorse energetiche.

Sinergie produttive

Per raffreddare panna e siero serve produrre freddo (sotto forma di acqua gelida): il ghiaccio necessario ad abbassare la temperatura che viene generato e accumulato di notte, quando l'energia costa meno.

Il siero e il latte corrono in senso contrario: qui avviene una cessione e un recupero di calore. Si stima un risparmio di gas metano pari al 20%. Il latte, che nella prima fase di produzione del formaggio deve essere riscaldato, riceve un preriscaldamento grazie al “contatto” con il siero più caldo. Si stima un risparmio di gas metano di circa il 20% rispetto ad una produzione senza scambio di frigorie.

I nostri stabilimenti sono attrezzati con impianti fotovoltaici di 199 kW per autoconsumo. Questo consente un notevole risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale del ciclo produttivo del prodotto finito.

  • Energia Elettrica
  • Gas Metano
  • Gasolio
  • Fonti Rinnovabili

I nostri consumi elettrici

  • 2016: Ammodernamento centrali frigorifere = risparmio di energia elettrica del 25-30%.
  • - 1,39% di consumo di gas*
  • + 4,8% di produzione*
  • Nelle nostre procedure che regolano l’acquisto di nuovi automezzi (per qualsiasi destinazione finale) è stata inserita, quale condizione d’acquisto, la caratteristica di basso consumo ed utilizzo di carburanti eco-compatibili.
  • copertura totale delle superfici tetto disponibili con impianti fotovoltaici,
  • produzione annua di 454.552 kwh.

*(Dati rapporto produzione/consumo gas metano 2014-2015)

A partire dal 2017: 100% energia elettrica da fonti rinnovabili.

  • E. Elettrica da Fonti Rinnovabili
  • Gas Metano
  • Gasolio
TOP